Io resto a casa – un libro per educare i bambini attraverso lo spazio domestico.

Questo periodo di quarantena ci offre lo spunto per riflettere in modo diverso sullo spazio che chiamiamo casa e su cosa significa questo per i bambini. Abbiamo letto con interesse il libro “Case anche per bambini. Educare i bambini attraverso lo spazio domestico” di Maya Azzarà, edito da La Meridiana.

Questo libro ci invita a riprogettare e ripensare gli ambienti considerando le esigenze dei più piccoli ma questo non è un libro di fai-da-te e neppure un manuale di arredamento di interni.

É un libro che invita alla riflessione, che ci parla come farebbe un amico che ci è passato prima di noi e ci invita a ripensare le stanze in modo tale che gli spazi comuni e quelli privati diano a tutti, agli adulti ma anche ai bambini, la possibilità di usufruirne liberamente.

Rendere le nostre case un luogo di pace, di complicità, in cui lo spazio, anche se piccolo, è distribuito in modo equilibrato, trasmettendo un’atmosfera serena e attenta ai bisogni di ognuno dei suoi abitanti.

CI PIACE PERCHÉ: troviamo quindi suggerimenti pratici (con foto) su come gestire la vita in casa con i bambini: come educarli al riordino, come istruire anziché proibire e rendere i figli autonomi ed indipendenti all’interno delle mura domestiche.

Coinvolgere i bambini è la strada per ridurre al minimo gli atteggiamenti di sfida e aumenta la curiosità ed il senso di autoefficacia di ciascuno: nostro come genitore e dei bambini come entità autonome.

PER CHI: Un libro davvero di piacevole lettura sia per chi si accinge ad accogliere un bambino a casa o chi già ha dei bambini e vuole guardarli attraverso nuove prospettive, specialmente alla luce dell’esperienza della vita in casa. Per chi vuole approfittare della permanenza in casa per una relazione diversa in famiglia.

PER ACQUISTARLO: è possibile farlo dal sito della casa editrice (https://www.lameridiana.it/case-anche-per-bambini.html)

PER ACQUISTARLO SU AMAZON: https://amzn.to/2JDL0Ff

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: