COME GESTIRE UNA CLASSE DIFFICILE?

Sarà capitata anche a voi una classe difficile, che ha messo in crisi le vostre sicurezze come docenti e vi ha fatto dubitare delle vostre competenze. Partendo dall’assunto che ogni situazione è a sé e che non è possibile generalizzare, abbiamo individuato alcuni piccoli suggerimenti operativi per migliorare la gestione quotidiana del gruppo.

  • Utilizzare come modello di riferimento un bambino “difficile”: quando spieghiamo una procedura oppure un’attività chiediamo inizialmente ad un bambino affidabile di fare da modello per la classe ma poi facciamolo sostituire da un alunno che normalmente presenta difficoltà nel rispetto delle regole. Questo infonde fiducia nei bambini “difficili”, che si sentono investiti dell’aspettativa positiva dell’insegnante e valorizzati davanti ai compagni.
  • Lavorare per piccoli gruppi o in apprendimento cooperativo: quando i bambini lavorano in team per ottenere il maggior numero di “premi”(gettoni, ad esempio) per un buon comportamento. Ognuno di loro ha una ciotola e io aggiungo “gettoni” quando i bambini del gruppo stanno ascoltando, ecc. . Un’ulteriore variante è mettere a disposizione di ciascun bambino un gettone davanti a lui, che potrà aggiungere al “bottino” del proprio gruppo al termine delle attività. Se il bambino è sfuggito al controllo in un gruppo semplicemente di solito si rimuovono i “premi” senza dire una sola parola! Se il bambino chiede il perché ha perso il “premio”, gli dico che stiamo lavorando ora, e lo spiegherò più tardi. A volte chiedo al bambino di pensarci e vedere se lui o lei può capirlo. Di solito, lo sanno già. Poi alla fine di quella rotazione, chiunque abbia ancora un gettone arriva a metterlo nella ciotola del loro gruppo. Mentre inseriscono ogni gettone, elogio rapidamente ogni bambino per un ottimo lavoro. Questo tipo di attività rinforza il senso di appartenenza al gruppo e smorza eventuali conflitti interni o legami poco sani. Se siete interessati al cooperative learning, trovate le nostre indicazioni per un primo approccio qui: https://viemaestre.com/2018/08/19/apprendimento-cooperativo-la-nostra-esperienza/
  • Introdurre pause attive: è utile cercare sempre di mantenere le cose positive ogni volta che posso, e avere figli imparare regole e routine con canzoni e movimenti è uno dei modi migliori per alleviare la fatica dei bambini con instabilità motoria e fornire allo stesso tempo un break piacevole per tutti.
  • Leggere storie per lavorare sulle emozioni: sul nostro sito trovate un’ampia selezione di storie sulle emozioni. Le trovate qui: https://viemaestre.com/2019/01/29/alfabetizzazione-emotiva-risorse-e-idee-per-educare-alle-emozioni/ e qui: https://viemaestre.com/2019/04/20/alfabetizzazione-emotiva-una-nuova-risorsa-per-educare-alle-emozioni/
  • Routine e struttura: più elevata è la strutturazione delle attività, minore è lo spazio per comportamenti dirompenti e disturbanti. Se organizziamo un gioco a terra in piccolo gruppo, è probabile che non funzioni. Diventeranno matti! Fanno meglio nelle sedie. Ogni volta che do loro dei limiti, loro fanno meglio. Quindi prova a capire cosa funziona con la tua classe, quale modalità riscuote maggior successo e vai da lì. Qualunque cosa funzioni, fai di più. Sono molto utili le strutturazioni a rotazione: coppie assegnate per la fila con rotazione settimanale per i due capofila, incarichi settimanali (pochi) a rotazione per l’aiuto in classe ecc. Non possiamo aspettarci un’auto-organizzazione da bambini in età scolare e se ci sembra che sia troppo rigido, una volta che le routine appaiono consolidate si possono allentare e via via eliminare. La routine funziona meglio se calendarizzata a parete, di modo che sia consultabile da tutti, bambini inclusi.

Tutte queste modalità organizzative appaiono come un ulteriore carico di lavoro per l’insegnante e lo sono, in effetti. Sono da considerarsi, a nostro avviso, come investimenti che il docente fa verso la costruzione di un clima di classe produttivo e disteso.

Avete altri suggerimenti su questo tema? Fateceli sapere e dateci il vostro feedback, sempre importante per noi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...