TRE CONSIGLI PER… INSEGNARE ITALIANO IN CLASSE PRIMA

Non c’è sfida più motivante e faticosa per un’insegnante che insegnare a scrivere e leggere ai bambini che iniziano la classe prima, specialmente per chi è alle prime armi.

Abbiamo pensato di stilare un piccolo elenco di azioni, consigli e abitudini che nel tempo abbiamo visto dare ottimi risultati:

  • GRADUALITÀ E COSTANZA: l’apprendimento della letto-scrittura deve essere proposto in modo graduale ma costante: per far questo nel caso il team sia composto da due o più insegnanti è importante prendere accordi prima dell’inizio della scuola sulla scelta del metodo proposto (fono-sillabico, globale, Bortolato, ecc) in modo da dare indicazioni sulla scrittura e lettura coerenti tra loro. Una buona abitudine che abbiamo visto funzionare nel tempo è dare, almeno nel primo periodo, la priorità all’insegnamento di Lingua Italiana rispetto ad altre materie. Questo può significare privilegiare le prime ore del mattino, dare spazio all’apprendimento della letto-scrittura ogni giorno in modo costante, aldilà dell’orario settimanale delle discipline condiviso dal team docenti. Prima i bambini impareranno a leggere e scrivere, prima sarà possibile introdurre alcune semplici consegne scritte anche in tutte le altre discipline, semplificando quindi il lavoro di tutte le insegnanti del team.
  • UTILIZZO DI UNO SFONDO INTEGRATORE: E’ importante agganciare le attività proposte a uno o più personaggi guida che accompagnano i bambini giorno dopo giorno alla scoperta di nuovi apprendimenti. La scelta può dipendere dal testo scelto dalle insegnanti, dai progetti già avviati nel plesso oppure ancora dal tipo di metodo individuato (ad esempio l’uccellino Pitti nel metodo Bortolato). I personaggi con le loro storie possono entrare nel vissuto quotidiano della classe, “recapitando” immaginarie lettere, pacchi regalo, video e perfino e-mail al gruppo di bambini per guidarli passo dopo passo verso nuove scoperte. Nel tempo abbiamo potuto osservare che gli alunni sentono un vero proprio affetto nei confronti del personaggio guida; questo entusiasmo può essere particolarmente utile per stimolare e spronare i bambini che presentano durante il primo periodo qualche difficoltà nella letto scrittura a superare le piccole fatiche quotidiane.
  • L’IMPORTANZA DELLA PRENSIONE E DELLA POSTURA: Sin dai primi giorni di scuola è fondamentale insegnare ai bambini la corretta prensione della matita, facendo attenzione (per quanto è possibile) che i banchi e le sedie siano adatti all’altezza di ciascuno. Scrivere è un’azione impegnativa, in passato abbiamo dedicato un articolo a questo tema:https://viemaestre.com/2018/09/30/consigli-e-attivita-per-imparare-a-scrivere/
  • LEGGERE, OGNI GIORNO: è consigliabile dedicare ogni giorno un piccolo momento alla lettura. La lettura può essere fatta dall’insegnante all’inizio, a metà o alla fine della lezione e diventare un atteso appuntamento per il gruppo classe. Man mano che il gruppo classe impara a leggere in autonomia è opportuno alternare alla lettura dell’insegnante un momento per la lettura individuale, che può essere fatta sia dal testo di lettura utilizzato sia dalla biblioteca di classe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...