Mirabilia: come affrontare la paure legate ai sogni notturni

Oggi vi consigliamo la lettura di questo piccolo libro, “Mirabilia. Il regno oltre il muro”, scritto da Monica Rocca e illustrato da Nicoletta Ranieri, edito dalle Edizioni La Rondine. Le meravigliose illustrazioni che ricordano i quadri onirici di Chagall e la storia coinvolgente lo rendono un libro interessante da comprare o regalare.

La protagonista della storia è la piccola Alice, una bimba sempre vispa e attenta, che non vorrebbe ai andare a dormire… ma quando incrocia lo sguardo speciale di mamma e papà sa che è proprio ora della storia della buonanotte. Quello che ancora non sa è che un regno magico la aspetta al di là del muro, un regno in cui si coltivano i sogni e si scacciano insieme le paure.

Perfetta come storia per la buonanotte per i bambini del primo ciclo della scuola primaria, può diventare anche un ottimo spunto di lavoro in classe per un’attività legata alle emozioni.

Dopo la lettura del libro è possibile riflettere con i bambini sulle loro paure, chiedendo se hanno provato le stesse emozioni della protagonista del libro.

Al termine della conversazione chiediamo ai bambini di disegnare i propri sogni e le proprie paure come suggerito nelle schede fotocopiabili al termine del libro.

Qui potete trovare le nostre recensioni ad altri libri delle Edizioni La Rondine:

https://viemaestre.com/2018/10/21/consigli-per-gli-acquisti-la-storia-di-gnomo-tobia-come-spunto-per-le-attivita-in-classe-prima/

https://viemaestre.com/2018/10/18/un-percorso-alimentare-tra-curiosita-ed-educazione-al-cibo-sano/

https://viemaestre.com/2018/10/16/consigli-per-gli-acquisti-una-storia-per-spingere-i-bambini-a-credere-nei-loro-sogni/

https://viemaestre.com/2018/10/16/consigli-per-gli-acquisti-una-tenera-storia-in-due-lingue/

Tutti i libri sono reperibili nel sito
http://www.edizionilarondine.it/sorrisi.php?cat=Sorrisi_Rosso&swow=all

Qui invece potete trovare i link per l’acquisto su Amazon:

ACQUISTA “Mirabilia” SU AMAZON

ACQUISTA “Gnomo Tobia va al mare” SU AMAZON

ACQUISTA “Filastrocche a tavola” SU AMAZON

ACQUISTA “La formichina Jo” SU AMAZON

ACQUISTA “Il pagliaccio” SU AMAZON

Annunci

“Ada al contrario”: come raccontare con semplicità e delicatezza la diversità

In occasione della giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo vi parliamo di un libro fresco di stampa che abbiamo scoperto in questi giorni alla #bolognachildrenbookfair e che sin dalle prime pagine ci ha profondamente colpito per la delicatezza e sensibilità con cui tratta questo tema.

“Ada al contrario”, delle Edizioni Settenove, è scritto da Guia Risari e illustrato da Francesca Buonanno (http://www.settenove.it/articoli/ada-al-contrario/1349)

Settenove è una casa editrice per la prevenzione della violenza di genere che propone nuovi linguaggi, senza stereotipi e tramite le storie parla di diritti, rispetto, collaborazione.

Ada da fin da piccola fa le cose alla rovescia, non per cattiveria, ma perché le viene così. Da neonata, al posto di urlare «Uééé, uééé», strillava: «Éééu, éééu». Dormiva di giorno e stava sveglia di notte. Il papà l’appoggiava sulla culla e lei si sollevava. La sollevava e lei voleva sdraiarsi. Chiamava mamma il papà e papà la mamma e, crescendo, iniziò persino a camminare al contrario. 

La storia di Ada tocca con leggerezza senza mai nominarlo il tema dell’Asperger, una forma di autismo, e lo fa sottolineando l’aspetto della libertà e del diritto di essere accolti nella propria diversità, elemento che può coinvolgere tutti i bambini e le bambine a prescindere da quale sia la loro propria e peculiare unicità. 

Non sempre dare un nome alle cose è sufficiente a riconoscerle e ad accettarle.

I bambini, specialmente i più piccoli, non hanno bisogno di nomi o etichette per vedere gli altri come possibilità, ma semplicemente di occasioni di condivisione.

Oggi abbiamo letto in classe la storia Ada, che con semplici disegni e divertenti illustrazioni ha coinvolto profondamente i bambini trasportandoli nel mondo al contrario della piccola protagonista.

Tra le risate e l’entusiasmo per la piccola Ada, che ha subito destato la simpatia della classe, i bambini mi hanno subito chiesto di intervenire per raccontare spontaneamente il loro vissuto “al contrario”.

“Maestra, anch’io mi sento un po’ al contrario perché son mancina” ha iniziato a dire un’alunna. Il prezioso intervento ha dato il via ad una interessante discussione in cui ogni bambino ha raccontato i motivi che lo fanno sentire “al contrario”.

Al termine degli interventi abbiamo raccolto i pensieri di ognuno mettendoli per iscritto con cartoncini colorati.

I bambini hanno il potere di insegnarci a vedere la diversità di ognuno come un valore aggiunto e di farci scoprire che le differenze ci rendono tutti un po’ al contrario.

ACQUISTA “Ada al contrario”

GLI IMPERDIBILI: autori che ogni maestro dovrebbe portare nella propria classe.

PREMESSA: Abbiamo deciso di dare il via ad una nuova serie di articoli che hanno per tema “Gli imperdibili” cioè libri o film che non possono mancare nel bagaglio professionale di ogni docente di scuola primaria.

Sicuramente sono autori che amiamo e conosciamo in tanti e che magari meritano una riscoperta: spesso siamo convinti, impegnati come siamo a ricercare novità, che tutti conoscano quelle che noi consideriamo pietre miliari.

Il primo imperdibile è sicuramente Roald Dahl, prolifico e amatissimo autore per l’infanzia. Nel mondo anglosassone è considerato un vero e proprio pilastro: prova ne è il sito http://www.roalddahl.com , ricchissimo di suggerimenti e indicazioni per la didattica (tutto in lingua inglese).

PERCHÉ IMPERDIBILE? Perchè racconta personaggi ai limiti della società, spesso incompresi che conoscono il riscatto attraverso valori positivi come l’accettazione di sé, la fiducia nei propri mezzi, il coraggio di essere diversi. La diversità nei libri di Dahl è sempre presente ma lontanissima dalla banalità con cui viene edulcorata nei libri per bambini.

I NOSTRI IMPERDIBILI:

1.LA FABBRICA DI CIOCCOLATO: un libro affascinante, immaginifico e divertente, ricco dello humour che contraddistingue Dahl. I bambini adorano questa storia dai tratti noir, che si presta perfettamente ad una lettura a puntate in classe. Il libro esplora temi come il riconoscimento del comportamento positivo e l’identità personale.

ACQUISTA SU AMAZON

É un ottimo libro da esplorare con i bambini per poi organizzare un piccolo cineforum di classe con il film di Tim Burton tratto proprio dal romanzo:

ANTEPRIMA DEL FILM “LA FABBRICA DI CIOCCOLATO” DI T. BURTON CON J.DEPP

2. LE STREGHE: un libro che fa sperimentare ai bambini dei piccoli brividi, che racconta loro un mondo al contrario e parla di coraggio e intraprendenza. Un libro perfetto per parlare di paura e trovare il coraggio per affrontarla insieme, con compagni e insegnanti.

ACQUISTA SU AMAZON

L’idea in più è di utilizzare il libro come traccia per una giornata speciale: drammatizzazione o per un travestimento collettivo, magari per Halloween e trasformarsi in un gruppo di streghe e stregoni! Anche per quanto riguarda questo libro, è stato tratto un film molto premiato con Anjelica Houston e ne è previsto un altro nel prossimo futuro.

TRAILER DEL FILM “CHI HA PAURA DELLE STREGHE?” CON A. HOUSTON

3. MATILDA: storia adorabile che parla di famiglia, accettazione, scuola e lettura. La storia di una bambina che ama la lettura, incompresa dalla famiglia che invece è superficiale e attaccata ai beni materiali. La protagonista è isolata in casa, ma trova nei propri poteri e nella sua maestra un conforto ed uno sprone ad essere orgogliosa di sé e della sua diversità.

ACQUISTA SU AMAZON

Un libro magnifico, divertente ma che tocca corde profonde nei bambini e li sprona ad esporsi e ad essere ciò che sono. Come per tutti i libri più famosi di questo autore, è stato realizzato un film che può costituire un momento conclusivo di una maratona di lettura a puntate in classe.

Giornata mondiale dell’acqua: come parlarne in classe

La Giornata Mondiale dell’Acqua, prevista per il 22 Marzo, è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all’interno delle direttive dell’agenda 21.

Il tema può essere introdotto leggendo con i bambini delle classi prime seconde una breve e semplice storia, che con parole poetiche insegna piccoli gesti concreti per non sprecare l’acqua:

L’acqua è un bene vitale ed è di tutti, eppure c’è chi pensa di poterla vendere e comprare. È quello che scopre Marta quando, un giorno, va a trovare sua nonna e trova la fontana del giardino secca come la gola di un uomo nel deserto. Ma che è successo? L’acquedotto, le spiega la nonna, è diventato di proprietà della “Compagnia delle acque libere” e, d’ora in poi, chi vorrà l’acqua dovrà comprarla. Una compagnia padrona dell’acqua? Ma non è giusto! Cosa accadrà, si chiede la bimba, durante i temporali? Bisognerà mettere il cartellino con il prezzo a ogni goccia! E l’arcobaleno, che è fatto di mille goccioline? Si pagherà salato per poterlo guardare? Porteranno via l’acqua da sotto la pancia delle anatre? E quanto costerà la rugiada?
Una favola intelligente, fantasiosa ed ecologica per riflettere sull’importanza delle risorse naturali.

Marta e l’acqua scomparsa: COMPRALO SU AMAZON

Kiko l’alce verde è il personaggio che accompagna i piccoli alla scoperta dei gesti quotidiani che permettono di evitare gli sprechi di acqua ed energia, proteggere e rispettare la natura. Perché tutti noi abbiamo bisogno dell’acqua? Chi la inquina? Come possiamo fare per consumarne meno?Insieme a Kiko scoprire le risposte a queste domande e quali sono i piccoli gesti quotidiani possono cambiare le cose, al fine di rispettare e tutelare il nostro ambiente.

Chiudiamo il rubinetto!: COMPRALO SU AMAZON

Questo accattivante libro parla di ecologia e della necessità di piccoli gesti quotidiani che migliorino l’ambiente e la vita nostra e del pianeta. Con un sistema di finestre e pagine sagomate si affrontano dieci gesti vitali: ognuno è accompagnato da una riga di spiegazione su quanto bene quell’attenzione fa alla Terra.

Dieci cose che posso fare per aiutare il mio pianeta: COMPRALO SU AMAZON

Con i bambini più grandi è possibile iniziare a parlare di come e perchè è nata la necessità di ricordare la giornata dell’acqua. Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all’interno dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati alla promozione dell’acqua promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi. 

Per approndire questo tema con le classi quarte e quinte vi consigliamo la visione dell’ intervento del presidente di Earth Day Italia Pierluigi Sassi in cui parla di cambiamenti climatici, water grabbing e risparmio idrico.

Il diritto all’acqua è inoltre uno degli obiettivi salienti dell’Agenda 2030, un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Essa ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile. L’avvio ufficiale degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile ha coinciso con l’inizio del 2016, guidando il mondo sulla strada da percorrere nell’arco dei prossimi 15 anni: i Paesi, infatti, si sono impegnati a raggiungerli entro il 2030. 

Promozione della lettura: il progetto BISCOTTI.

Siamo state contattate da Sara, che ha ideato e gestisce il progetto “Biscotti”. Si tratta di una pagina web (https://www.ibiscotti.org/)in cui bambini e ragazzi, di etá compresa tra i 4 e i 18 anni, consigliano il loro libro preferito registrando una recensione in formato audio di 1 minuto.

L’idea alla base dell’iniziativa è di favorire una condivisione di recensioni audio di piccoli lettori. Un’idea molto utile per socializzare ciò che viene generalmente relegato al gruppo-classe durante le attività di biblioteca di classe. Cosa c’è di meglio che condividere non solo con i compagni ma con il mondo intero le proprie scoperte letterari?

Come partecipare?

Seguendo una semplice scaletta che prevede:

• nome
• età
• perché è piaciuto il libro che si consiglia
• di che cosa parla
• qual è la scena o la storia che più ti è rimasta impressa
• a quanti anni si può iniziare a leggerlo
• quale libro si sta leggendo ora
• di quale libro hai sentito parlare che ti piacerebbe iniziare a leggere
I contributi audio devono essere inviati a biscottinelforno@gmail.com.

Buona lettura a tutti!

 

LE BIBLIOTECHE DI ANTONIO un progetto per la costituzione o sviluppo delle biblioteche scolastiche.

Quest’oggi vi presentiamo un importante progetto della casa editrice Sinnos per la promozione della lettura e del diritto di leggere: Le Biblioteche di Antonio. Questo progetto ogni anno finanzia la costituzione o lo sviluppo di una biblioteca scolastica in zone particolarmente svantaggiate, attraverso la donazione di libri di editori per ragazzi.
Sinnos l’ha ideato con l’obiettivo di far arrivare tanti libri per ragazzi in luoghi dove normalmente arrivano con difficoltà, per far germogliare il seme della lettura e per far sì che tutti possano esercitare il DIRITTO DI LEGGERE. Un progetto che rispecchia la passione per la lettura e l’impegno del socio Antonio Spinelli, che Sinnos vuole in questo modo ricordare.
Negli ultimi 10 anni sono 14 le biblioteche nate grazie a Sinnos in tutta Italia con più di 4000 libri per bambini e ragazzi donati.

PER ACCEDERE ALLA DONAZIONE DEI LIBRI “Le Biblioteche di Antonio” dovrete inviare un PROGETTO PER UNA BIBLIOTECA SCOLASTICA o per il RAFFORZAMENTO DELLA PROPRIA BIBLIOTECA COMUNALE (nel caso di piccoli centri dove la biblioteca comunale sia riferimento anche per le scuole) a Sinnos Editrice – Via dei Foscari 18, 00162 Roma oppure via e.mail all’indirizzo: lebibliotechediantonio@sinnos.org o info@sinnos.org.

Avete tempo fino a giugno 2019 per inviare i progetti!

Troverete tutte le info e il regolamento completo a questo link

Testi accessibili con l’app Leggimi di Sinnos

Vogliamo farvi conoscere un’utilissima app gratuita sviluppata dalla casa editrice Sinnos scaricabile su tablet o pc (da Google Play o App Store), per rendere accessibili testi in pdf ed Epub a bambini e adulti con difficoltà nella lettura.

Grazie al progetto finanziato nell’ambito del Bando “Io Leggo” della Regione Lazio – Assessorato alla Cultura e politiche Giovanili 2016 – Sinnos, in collaborazione con Pedius (www.pedius.org) ha potuto realizzare questa utilissima app per tablet e smartphone che applica gratuitamente ai testi pdf e Epub la font leggimi ©Sinnos e consente la scelta tra carattere minuscolo (font leggimi ©Sinnos) e maiuscolo (leggimiprima ©Sinnos). Dà la possibilità al lettore di intervenire per aumentare la leggibilità del testo in relazione alle proprie necessità operando sulla grandezza del testo e/o sulla spaziatura tra le righe e offre una chiara suddivisione del testo in paragrafi.

leggimi_ScreenShot.jpg

Vi invitiamo a provarla su tablet o smartphone e testarla su un qualsiasi pdf del vostro archivio.

Sinnos è una casa editrice per bambini e ragazzi nata a Roma nel 1990 con un progetto editoriale nel segno dell’intercultura e dell’educazione alla cittadinanza, che si impegna nel mettere a punto font e soluzioni per avvicinare alla lettura chi ne ha paura e chi è dislessico, concentrando il suo impegno nello sviluppo dell’alta leggibilità.

Le pubblicazioni per bambini che vi invitiamo a visionare sono della collana leggimi suddivise in 3 tipologie per età, ricche di titoli molto interessanti, La serie Leggimi graphic con la font leggimigraphic ©Sinnos facilita la lettura di fumetti e graphic novel.

A breve sul nostro blog troverete diverse recensioni su alcune delle loro ottime pubblicazioni.